#HappyNewYear

Per ogni fine c’è sempre un nuovo inizio. Ma io la fine non la contemplo. Mi piace pensare e sperare che questo nuovo anno sia un prosequio di quello passato, un unicum in crescita, con risvolti e sviluppi migliori.

Perché il 2015, eccezion fatta di tristi accadimenti e di perdite improvvise, è stato a conti fatti un anno denso, ricco di nuove sfide e di novelli successi. Viaggi, tanti. La laurea, un’altra. Essere Architetto, un sogno che si avvera. Un trasferimento all’estero, si, ancora uno. Nuove amicizie, disparate e multietniche. Nuove avventure. Nuovo lavoro, importante ma estenuante. Il ritorno. La gioia e la nostalgia. Gli amici di sempre, e non. L’amore di sempre, sempre lui. Il sole e il mare. L’Italia, quant’è bella. I libri che non ti abbandonano mai. Nuove ricette e nuove e innumerevoli cene. L’amore delle persone care che profuma ogni cosa. E poi un blog, il mio.

Ecco, vorrei che il 2016 fosse (per tutte/i) così, attivo e reattivo, avventuroso e dinamico, sorprendente e divertente, ma, se possibile, ancora migliore. Perché chi si accontenta gode, ma così così.


Ad maiora, semper!

Buon anno!

#HappyNewYear

#PerchèUnBlog?

Perché se non ce l’hai (un blog), non sei nessuno.

Perché oramai è uno status quo e se magari un giorno aboliranno l’albo degli Architetti (ma magari!), sicuramente questo sarà soppiantato dall’albo delle Blogger.
Perché anche se odio le borse Michael Kors, le Smith e i jeans strappati, ho anch’io un fidanzato “fotografo” che asseconda le mie passioni.
Perché adoro il rosa, i cupcakes, i fiocchi, i cuori e le perle.
Perché non ho una Yankee Candle e non faccio acquisti maniacali su Asos, ma ho anch’io tradito Mr Darcy per Mr Big per poi subire il fascino di Mr Grey.
Perchè Tiffany è stata la mia seconda casa.
Perché anch’io non sarò mai assuefatta da Sephora, Ikea, Tiger, H&M, Zara, Primark…
Perché ho imparato a resistere all’impulso del primo morso per scattare una foto di una pietanza fumante da postare su Instagram.
Perché per gli amici sono TricAdvisor (Tricarico è il mio cognome).
Perchè fa figo hashtaggare una foto con #blogger , #vitadablogger … e chi più ne ha, più ne metta.
Perché non sono figa abbastanza, ma mi gratifica fingere di esserlo.
Perché ho due lauree e mi nutro di libri, ma ho anche un lato profondamente frivolo e femminile.
Perché l’architettura ha dominato la mia vita per anni prosciugando le mie energie ed ora è arrivato il momento di divagare un po’.
Perché la leggerezza (mentale) è il sapore della vita.
Perché l’Insalata Bionda degli albori e la Clio Make Up di sempre hanno creato in me dipendenza.
Perchè Carrie è la mia musa ispiratrice.
Perchè la Lucarelli docet.
Perché da piccola volevo fare la scrittrice.
Perché da grande vorrei scrivere un libro.
Perché credo che sia una vetrina sul mondo.
Perchè non posso esimermi dal dire, sempre, la mia (opinione).
Perché forse, correttore automatico a parte, sarò in grado di scrivere qualcosa che non sia grammaticalmente scorretto, giovando di ipotetiche licenze poetiche.
Perché amo l’ironia, anche se con un pizzico di genuina polemica.
Perché sono un’inguaribile romantica, sognatrice ma con le punte dei piedi per terra.
Perchè esigo un mio piccolo spazio personale, in questo enorme marasma virtuale.
Perché non mi piace espormi ed essere al centro dell’attenzione, ma io ci provo lo stesso.
Perchè una bionda piccola è come il nero: sta bene con tutto.
Perché seguo la moda, ma non troppo.
Perché blogger si diventa.
Perché condividere è (oramai) vita.
E voi perché avete un blog?

 

#PerchèUnBlog?