#BuonAnno (in ritardo)

Buon anno a chi vive alla giornata, prendendo di petto la vita e ricordandosi di sorridere ogni mattina, ancor prima di dare un sorso al caffè.

Buon anno a chi non smette mai di sperare, rivoltandosi ogni giorno le maniche per migliorare il proprio pezzetto di mondo, perché la speranza è l’ultima a morire ma se si resta immobili a braccia conserte la speranza crepa.

Buon anno a chi si ricorda degli altri, a chi non si imbeve del solo e proprio io, a chi ha un cuore grande.

Buon anno a chi sa ancora ascoltare, a chi non sa fare troppe domande, a chi continua a dare risposte.

Buon anno a chi non conosce l’invidia.

Buon anno a chi fa uso e abuso del rispetto altrui.

Buon anno a chi disprezza il male.

Buon anno a chi ha la pace nel cuore.

Buon anno a chi scansa le critiche.

Buon anno a chi è avverso alle lamentele, a chi ripugna le polemiche.

Buon anno a chi ha sete di conoscere, a chi ha troppa voglia di scoprire, a chi mai esaurisce le proprie energie.

Buon anno a chi gioisce per le piccole cose.

Buon anno a chi evita i convenevoli e arriva subito al dunque.

Buon anno a chi riesce a staccare il proprio pollice dal proprio smartphone per più di cinque minuti, per guardarti negli occhi e ascoltare il tuo cuore.

Buon anno a chi coscientemente dimentica di possedere un cellulare quando è alla guida di un’auto.

Buon anno a chi ogni giorno divora pagine di libri che furono, che sono e che sempre saranno.

Buon anno a chi ogni giorno divora cibo consapevolmente.

Buon anno a chi scatta e immortala attimi futili o memorabili, perché ricordare fa bene all’anima.

Buon anno a chi chiude il rubinetto dell’acqua mentre si spazzola i denti, a chi spegne il PC quando non lo utilizza, a chi spegne la TV quando dorme, a chi non getta la cicca per strada, perché non ereditiamo la terra dai nostri antenati, ma la prendiamo in prestito dai nostri figli.

Buon anno a chi adora camminare sotto la pioggia.

Buon anno a chi ha desistito alla tentazione di stilare un’ideologica lista di buoni propositi, perché quest’anno l’unico buon proposito è quello di non avere dei buoni propositi!

Bando agli intenti, alle intenzioni, alle volontà: quest’anno va da se, che tanto le cose non vanno mai come credi. Che tanto arriva sempre una sorpresa inaspettata, a volte brutta, magari bella.

Che tanto il lunedì la dieta non la inizierai mai, che tanto il 7 gennaio non correrai mai ad iscriverti in palestra, che tanto il 7 gennaio quest’anno è pure sabato.

Buon anno.

Che sia impulsivo.

Che sia ad ogni modo bellissimo.

Che sia semplicemente vero.

Annunci
#BuonAnno (in ritardo)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...